ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan, esplosioni a Kabul. "Continuerò a difendere il Paese"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Afghanistan, esplosioni a Kabul. "Continuerò a difendere il Paese"
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Difenderò i miei connazionali e l’Afghanistan: queste le parole del ministro afgano della Difesa Bismillah Khan Mohammadi dopo le violente esplosioni che martedì sera hanno scosso Kabul, una delle quali vicino alla sua abitazione nel cuore della capitale. Nell’attacco sono rimaste ferite almeno 10 persone; le autorità hanno confermato che gli assalitori sono morti.

"Un attacco suicida compiuto da terroristi pazzi ha preso di mira la mia casa - ha detto il ministro -. Per grazia di Dio, né io né i miei familiari siamo rimasti feriti, ma sfortunatamente alcune delle mie guardie del corpo lo sono. Assicuro a i miei amati connazionali che tali attacchi non possono avere alcun impatto sulla mia volontà di difendere loro e il mio Paese".

Centinaia di persone hanno sfilato per le strade di Kabul per esprimere il loro sostegno alle forze afgane intonando “Dio è il più grande".

L’attentato avviene in un momento di grande instabilità causata dalla recente escalation di violenza da parte dei talebani la cui offensiva prosegue inarrestabile dopo l'inizio del ritiro delle truppe straniere dal Paese, cominciato il primo maggio.

Il presidente dell’Afghanistan Ashraf Ghani ha detto che gli attacchi sono da imputare "all'improvvisa decisione statunitense". Nelle ultime 72 ore gli Stati Uniti hanno ripreso a effettuare raid aerei contro le postazioni dei talebani, soprattutto nei pressi di Kandahar, Herat e Lashkar Gah, capoluogo della provincia di Helmand ormai nelle loro mani, causando la morte anche di 40 civili. L'avanzata dei talebani aveva costretto le forze una settimana fa a esortare 200mila civili a lasciare le proprie case a Lashkar Gah.