ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Papa Francesco, sguardo sull'Europa alluvionata, Sudafrica e Cuba

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Papa Francesco
Papa Francesco   -   Diritti d'autore  ANDREAS SOLARO/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

È tornato al suo balcone in Piazza San Pietro, Papa Francesco.
Dopo il ricovero al Policlinico Gemelli del 4 luglio scorso e il rientro in Vaticano mercoledì, il Pontefice ha dunque ripreso a recitare la preghiera mariana affacciato dal palazzo apostolico.

Nel suo discorso ai fedeli, radunati in piazza San Pietro, ha espresso vicinanza per il dramma delle alluvioni in Europa: "Il Signore accolga i defunti e conforti i familiari, sostenga l'impegno di tutti per soccorrere chi ha subito gravi danni".

Bergoglio ha guardato ancora allo scacchiere internazionale. E ha lanciato un appello per la pace in Sud Africa, in cui la tensione per la crisi economica aggravata dal Covid è sfociata in scontri, arresti e vittime.

Nell'intervento si è infine stretto al popolo cubano, che sta conoscendo nuove aspre tensioni tra proteste anti governative e repressioni.
"Sono vicino alle famiglie che maggiormente stanno soffrendo", ha detto, auspicando che si trovi la via della "pace, del dialogo e della solidarietà" per la creazione a Cuba di una "società più giusta e fraterna". Il passaggio è stato accolto dagli applausi del gruppo di pellegrini di nazionalità cubana, presente in piazza San Pietro.

Papa Francesco, che sembra aver recuperato energie dopo l'intervento al colon, ha confermato il viaggio apostolico del 12-15 settembre in Slovacchia.
Prima di recarsi a Bratislava, concelebrerà in Ungheria, a Budapest, la messa conclusiva del Congresso Eucaristico Internazionale.