ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ottava centenaria a Perdasdefogu, paese record in Italia

Di ANSA
La maestra Federica, "ricordo Mussolini e il voto alle donne"
La maestra Federica, "ricordo Mussolini e il voto alle donne"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – NUORO, 28 GIU – Perdasdefugu, borgo di 1.740
abitanti in Ogliastra, ha una nuova centenaria: a compiere
l’ambito compleanno è la maestra elementare Federica Melis,
ottava centenaria del paese, regalando così a Perdasdefogu il
record nazionale di longevità. Lo ha accertato la demografa
dell’Università di Cagliari Luisa Salaris. “Se in Italia -
spiega – ci sono 30 centenari ogni 100mila abitanti, a
Perdasdefogu ne abbiamo 8 per 1.740 abitanti, ovvero vi è una
presenza di centenari 13 volte superiore alla media nazionale”. “Ma c‘è anche un altro dato in controtendenza rispetto al
resto d’Italia in cui le donne solitamente sono più longeve: a
Perdasdefogu invece – svela l’esperta – degli 8 centenari
viventi, 4 sono uomini e 4 sono donne. E se nella Penisola vi
sono 4/ 5 centenarie per un centenario, a Perdasdefogu abbiamo
un rapporto di 1 a 1, denotando di fatto un’eccezionale
longevità maschile”. La maestra Federica ha ricevuto oggi la visita del sindaco
Mariano Carta in fascia tricolore che le ha portato gli auguri
della comunità e regalato la medaglia d’oro per il traguardo
raggiunto. Il parroco del paese, don Luca Fadda, ha celebrato la
messa nel suo cortile, di fronte al suo orto. “Ricordo i
discorsi di Benito Mussolini e il primo voto alle donne. Sono
contenta dell’ultimo ricordo, ma non sono felice del primo”,
racconta la neocentenaria. Per Perdasdefogu è la seconda sfida vinta: nel 2015 aveva
infatti agguantato il record della famiglia più longeva del
pianeta, certificato dal Guinnes dei primati di Londra. Nove
fratelli Melis – vicini di casa ma non parenti di Federica -
avevano sommato insieme 848 anni, record rimasto tuttora
imbattuto. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.