EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Stati Uniti, la fine della schiavitù diventa festa federale

Stati Uniti, la fine della schiavitù diventa festa federale
Diritti d'autore Evan Vucci/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Evan Vucci/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di redazione italiana
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Joe Biden ha firmato la legge approvata dal Congresso: "Il più grande onore da presidente". Il Juneteenth viene celebrato il 19 giugno

PUBBLICITÀ

Negli Stati Uniti la fine della schiavitù diventa una festa federale che si celebra il 19 giugno, in occasione della ricorrenza del Juneteenth. Joe Biden ha firmato la legge approvata dal Congresso, definendola "uno dei più grandi onori da presidente".

"Commemorando la storia dal Juneteenth, come abbiamo fatto solo poche settimane fa con la storia del massacro razziale di Tulsa, dobbiamo imparare dalla nostra storia e insegnarla ai nostri figli, perché fa parte del nostro trascorso come Nazione", ha detto la vicepresidente Kamala Harris.

Conosciuto anche come "Freedom Day" e "Liberation Day", il Juneteenth è il giorno ufficiale che segna la fine della schiavitù negli Stati uniti: il 19 giugno 1865. La ricorrenza, celebrata soprattutto nella comunità afroamericana, è stata particolarmente sentita nel 2020, dopo l’omicidio di George Floyd a Minneapolis da parte della polizia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Biden riconosce il massacro di Tulsa. "Suprematismo bianco la minaccia più grave"

Il massacro di Tulsa: una ferita ancora aperta nell'America di Joe Biden

Ricordando Floyd ucciso a Minneapolis dal ginocchio di un poliziotto