Ex sacerdoti Città di Castello, grazie per l'affetto

"Scelto di non apparire per privilegiare le relazioni umane"
"Scelto di non apparire per privilegiare le relazioni umane"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 18 MAG - "Ringraziamo tutti coloro che hanno manifestato il loro affetto nei nostri confronti e tutte le persone con cui abbiamo camminato e continueremo a camminare nell'Amore di Gesù": i due ex sacerdoti della diocesi di Città di Castello che hanno lasciato la tonaca intervengono oggi - in un comunicato congiunto - su quanto accaduto. "Abbiamo scelto di non parlare della nostra vita nei giornali o in Tv - affermano David Tacchini e Samuele Biondini - perché crediamo più consono affrontare tale tema in un contesto di relazioni umane e di autenticità". "Non abbiamo rilasciato nessuna dichiarazione. Le affermazioni che ci sono state attribuite, in alcuni casi virgolettandole - sottolineano - non sono state mai rilasciate da noi. Smentiamo la notizia diffusa che stiamo per diventare padri". "Abbiamo soltanto chiesto e ottenuto la dispensa dal celibato. Conseguentemente, secondo le norme vigenti - spiegano - non possiamo esercitare il ministero". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo approva il divieto sui prodotti realizzati con lavoro forzato

Parigi: la polizia sgombera decine di migranti davanti all'Università Sorbona

Regno Unito, legge sui migranti: i richiedenti asilo saranno deportati in Ruanda