This content is not available in your region

L'Oms dà il via libera al vaccino cinese Sinopharm

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi  Agenzie:  AP
euronews_icons_loading
Il centro vaccinale installato nella sala eventi "Palatului" a Bucarest, Romania
Il centro vaccinale installato nella sala eventi "Palatului" a Bucarest, Romania   -   Diritti d'autore  DANIEL MIHAILESCU/AFP or licensors

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dato l'omologazione d'urgenza al vaccino anti Covid Sinopharm, il primo vaccino cinese a ricevere il via libera dell'agenia sanitaria delle Nazioni Unite. Una decisione che velocizza le procedure per l'uso anche di questo siero, in particolare nei Paesi che non hanno i mezzi per determinarne efficacia e sicurezza.

"L'Oms ha dato l'ok per l'uso d'urgenza del vaccino di Pechino, rendendolo il sesto vaccino a riceverlo per sicurezza, efficacia e qualità", ha detto il direttore generale dell'organismo Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Questo fa sì che la lista dei vaccini che COVAX può acquistare sia più ampia".

Il vaccino Sinopharm è già utilizzato in Serbia, dove diversi centri di vaccinazione mobili operano presso comunità difficili da raggiungere e vulnerabili. Uno di questi si trovava venerdì nel villaggio di Vrelo, vicino a Ub, nel nord-ovest della Serbia centrale.

Una "maratona vaccinale" di tre giorni è stata invece lanciata nella capitale della Romania, Bucarest, ultimo sforzo di una corsa delle autorità per immunizzare i 19 milioni di abitanti. Nella Palace Hall e nella Biblioteca Nazionale si può ottenere il vaccino per tutto il weekend e 24 ore su 24.

Altra accelerata anche in Francia, dopo che il Presidente Macron ha annunciato che da lunedì si apre alla fascia over 50 e da mercoledì a tutte le fasce di età in caso di dosi inutilizzate. Le autorità sanitarie del dipartimento della Seine-Saint-Denis, uno dei più colpiti, hanno allestito centri vaccinali nel cuore dei quartieri popolari.