ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sud Sudan: agguato a missionario e vescovo italiano, ferito

Padre Carlassare è ricoverato in ospedale in condizioni stabili
Padre Carlassare è ricoverato in ospedale in condizioni stabili
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 26 APR – Padre Christian Carlassare,
missionario italiano e vescovo eletto della diocesi di Rumbek,
in Sud Sudan, è stato ferito da due uomini armati; è in
condizioni stabili. Lo riferisce la fondazione pontificia Aiuto
alla Chiesa che Soffre. Originario di Schio (Vicenza), è il più giovane vescovo
italiano. Nominato da Papa Francesco l’8 marzo di quest’anno
dovrebbe essere ordinato vescovo a fine maggio. “Nella notte abbiamo appreso dell’attentato ai danni del
neo-eletto vescovo della diocesi di Rumbek p. Cristian
Carlassare. Il missionario comboniano è stato immediatamente
trasportato all’ospedale di Juba”, riferisce l’agenzia Fides.
“P. Cristian è stato picchiato, insieme alla suora che era con
lui, poi gli hanno sparato quattro proiettili alle gambe. Stando
alle prime notizie l’attentato era pianificato pare per
spaventarlo in modo che non venga consacrato vescovo”. Proprio
nei prossimi giorni, infatti, è prevista la consacrazione del
missionario comboniano a vescovo (il più giovane tra gli
italiani con i suoi 43 anni) della diocesi di Rumbek che dalla
morta di mons. Cesare Mazzolari nel 2011 era rimasta sede
vacante. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.