EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Imprenditore scomparso: esperto, non è finito nel forno

Mario Bozzoli svanito nel 2015 dalla fonderia di Marcheno
Mario Bozzoli svanito nel 2015 dalla fonderia di Marcheno
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BRESCIA, 29 APR - "Mario Bozzoli non è stato bruciato nel forno della sua azienda". Lo ha detto dal banco dei testimoni Cesare Cibaldi, consulente metallurgico che ha lavorato sui forni della fonderia di Marcheno, nel Bresciano, dove l'8 ottobre 2015 è svanito nel nulla l'imprenditore Mario Bozzoli. Nel corso della nuova udienza del processo a carico di Giacomo Bozzoli, nipote della vittima, Cibaldi ha specificato: "Nel forno più piccolo non ci sarebbe stato fisicamente, nemmeno sdraiato o legato. Nel forno più grande - ha aggiunto Cibaldi - sarebbe stato comunque problematico gettarlo. Mettendo un corpo in 900 gradi avremmo assistito ad un esplosione con 540 metri cubi di gas che si sarebbero sprigionati in poco tempo. E poi si sarebbe avvertito un forte odore di carne bruciata, non per un giorno ma per settimane". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: entrata in vigore la legge sulla mobilitazione, cosa prevede

Polonia: maxi finanziamento per rafforzare il confine con Bielorussia e Russia

Maltempo: in Francia e Belgio case allagate e auto sommerse