EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Omicidio Cerciello Rega: ergastolo per Finnegan Lee Elder e per Gabriel Natale Hjorth

Aula Bunker di Rebibbia
Aula Bunker di Rebibbia Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Alla sbarra ci sono i due ventenni statunitensi che nel luglio del 2019 hanno accoltellato a morte il carabiniere Mario Cerciello Rega. Il Pm aveva chiesto la condanna all'ergastolo

PUBBLICITÀ

Condanna all'ergastolo per Finnegan Lee Elder e per Gabriel Natale Hjorth. E' quanto deciso dalla Prima Corte d'Assise di Roma in relazione all'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega dopo oltre 13 ore di camera di consiglio.

Il pm Maria Sabina Calabretta aveva chiesto la condanna all'ergastolo. In aula erano presenti i familiari del militare ucciso nel luglio del 2019, tra cui la moglie Rosa Maria Esilio. Gli imputati, sono stati portati in aula al momento della lettura della sentenza arrivata mercoledì sera dopo le 23.

I retroscena già chiari da tempo

Già nel 2019 era emerso un elemento importante che potrebbe inchiodare i due imputati alle loro effettive responsabilità: «I saw two cops». Tradotto, “ho visto due sbirri”. E poi, «ci hanno fatto vedere velocemente i distintivi». La frase l'ha pronunciata Finnegan in una conversazione in carcere intercettata dagli investigatori, e contenuta nell’informativa finale redatta dal nucleo investigativo dei carabinieri di Roma. Questo dimostrerebbe che i due giovani sapevano cosa stavano facendo e i magistrati hanno potuto ipotizzare la volontarietà piena. Per questo i magistrati sono proceduti in fretta verso il giudizio immediato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Roma, tutti intorno al vice brigadiere Cerciello Rega. Conte: "Bene l'Arma su autore bendaggio"

Terremoto ai Campi Flegrei: scossa più forte degli ultimi quarant'anni, evacuato carcere Pozzuoli

Assange, a Londra si decide su estradizione del fondatore di WIkileaks negli Usa: proteste a Roma