Segregò la moglie in casa, violinista condannato a 9 anni

E gip respinge istanza incidente probatorio
E gip respinge istanza incidente probatorio
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 29 SET - Nove anni di reclusione, così come era stato chiesto dal pubblico ministero Emanuele Secci. E' la condanna inflitta dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Cagliari nei confronti dell'ex primo violino dell'orchestra del Teatro Lirico, Valentin Furtuna, 64 anni, originario della Romania. Il collegio presieduto dal giudice Giovanni Massidda ha invece assolto la presunta amante dell'imputato, Marina Pilloni, per la quale il pm aveva sollecitato cinque anni. Si è chiuso così il processo per estorsione aggravata, maltrattamenti, lesioni e sequestro di persona che vedeva imputato il musicista, accusato di avere tenuto in casa la moglie, di venti anni più grande, segregandola e riempiendola di psicofarmaci. All'origine dei reati, secondo l'accusa, ci sarebbe stata la casa e l'eredità della donna ottantenne, morta qualche anno fa. Valentin Fortuna ha partecipato a tutte le udienze e ha ascoltato in silenzio la sentenza. Per il pm Secci le vessazioni erano legate al tentativo del violinista di farsi lasciare tutta l'eredità della donna, compresi i gioielli e la casa. La difesa ha annunciato ricorso in appello. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, Corte Suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre

Le notizie del giorno | 04 marzo - Serale

Cosa sono la missione Ue Aspides e le altre operazioni nel Mar Rosso: il ruolo dell'Italia