Asia Bibi, vorrei andare a Roma per incontrare il Papa

Appello a premier Pakistan, 'ponga fine al dramma spose-bambine'
Appello a premier Pakistan, 'ponga fine al dramma spose-bambine'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTA DEL VATICANO, 08 SET - "Ho un profondo desiderio di venire a visitare Roma e, se possibile, di incontrare il Santo Padre". Così Asia Bibi, la cristiana pakistana che, accusata di blasfemia, ha vissuto dieci anni di carcere duro e che è stata poi prosciolta e liberata. In un colloquio con il direttore della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre, Alessandro Monteduro, la donna esprime il suo desiderio di incontrare il pontefice e afferma di pregare sempre per lui "che ci sostiene nella fede". Asia Bibi è divenuto un caso internazionale simbolo della lotta per la libertà religiosa. La donna, che dopo la liberazione ha scelto di lasciare il suo Paese e ora vive con la sua famiglia in Canada, lancia poi un appello al al Primo Ministro del Pakistan Imran Khan per porre fine al dramma delle spose-bambine, ragazzine per lo più cristiane, rapite, convertite forzatamente e date in sposa ai loro rapitori: "Per favore, aiuti le nostre ragazze perché nessuna di loro deve soffrire!". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: la Russia consolida le posizioni intorno ad Avdiivka

Spagna: indagato per terrorismo l'indipendentista Carles Puigdemont

Le notizie del giorno | 29 febbraio - Serale