ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ciad: si teme la guerra civile. L'opposizione invita i cittadini alla disobbedienza

Di redazione italiana
Strade in Ciad
Strade in Ciad   -   Diritti d'autore  Jerome Delay/AP2008
Dimensioni di testo Aa Aa

In Ciad si teme che l'insorgere di una guerra civile.

All'indomani dell'assassinio del presidente Idriiss Deby e dell'insediamento di una giunta militare, l'opposizione denuncia un tentativo di colpo di Stato.

Tutti i partiti dell'opposizione chiedono l'instaurazione di un governo di transizione e invitano i cittadini a non obbedire a ordini che sono illegittimi. Contestano anche la decisione di aver messo a capo della giunta militare il figlio del presidente ucciso.

L'analista Joël Kouam: "I ribelli hanno detto che stanno avanzando verso la capitale Ndjamena per rimuovere la giunta militare di transizione al potere. C'è una forte instabilità. I ribelli hanno esortato i civili a fare scorta di cibo e a rimanere a casa".

Mentre l'ambasciatore francese in Chad ha dichiarato che non abbandonerà il Paese, l'opposizione chiede che la Francia non si immischi negli affari della sua ex colonia e chiede invece l'intervento della comunità internazionale per restaurare la democrazia.