ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ciad: attacco jihadista, morti 24 soldati

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli Agenzie:  Efe
euronews_icons_loading
Ciad: attacco jihadista, morti 24 soldati
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 24 soldati ciadiani sono stati uccisi in un attacco jihadista nella regione del lago Ciad, nell'ovest del paese centrafricano.

L'attacco è avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì mentre i soldati stavano riposando.

Nella regione del Lago Ciad, situata al confine tra Ciad, Niger, Nigeria e Camerun, teatro di frequenti attacchi jihadisti, si trovano sia il gruppo nigeriano Boko Haram che il suo rivale, lo Stato Islamico della Provincia dell'Africa occidentale. Le autorità locali spesso parlano di Boko Haram, confondendo i due gruppi.

Nel marzo 2020, 92 soldati ciadiani sono morti nella zona di Boma, anch'essa situata nella provincia del Lago Ciad, in quello che è considerato il peggior attacco jihadista contro l'esercito di questo Paese.

Nel luglio dello scorso anno, secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), il governo ha iniziato a dispiegare 8.000 soldati per reprimere la crescente minaccia jihadista che ha provocato lo sfollamento di quasi 2,4 milioni di persone nel bacino del Lago Ciad.

Boko Haram è stato creato nel 2002 a Maiduguri, capitale dello stato nordorientale nigeriano del Borno, dal leader spirituale Mohameh Yusuf per denunciare l'abbandono del nord del Paese da parte delle autorità.

All'epoca effettuava attacchi contro la polizia nigeriana, in rappresentanza dello Stato, ma da quando Yusuf è stato ucciso da agenti nel 2009 il gruppo è diventato più radicale.

Da allora, il nord-est della Nigeria è impantanato in uno stato di violenza provocato dai jihadisti, che cercano di imporre uno stato islamico in Nigeria, Paese a maggioranza musulmana a nord e a maggioranza cristiana al sud.