EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Calabria, coltivavano e vedevano marijuana: arrestati

Campo di canapa indiana
Campo di canapa indiana Diritti d'autore Carabinieri Reggio Calabria
Diritti d'autore Carabinieri Reggio Calabria
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Operazione della procura di Palmi e dei Carabinieri

PUBBLICITÀ

Alimentavano il mercato nazionale delle droghe leggere, le migliaia di piante di canapa indiana scoperte tempo fa dai carabinieri ad Amato, in provincia di Reggio Calabria.

A raccolto ultimato, la produzione era nell'ordine dei quintali: una volta immessa sul mercato illegale, avrebbe generato profitti per centinaia di milioni di euro.

Una florida attività stroncata dalla procura della Repubblica di Palmi e dai carabinieri, che hanno fatto finire cinque persone in carcere, una agli arresti domiciliari, e una sottoposta all'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

L'organizzazione poteva contare su un gruppo capace di coltivare grandi quantità di marijuana, e su un secondo, impegnato a trasportare e a consegnare ai destinatari lo stupefacente, che secondo le analisi, risultava essere di qualità molto buona.

Alcuni dei fermati, secondo i carabinieri, avrebbero legami con una potente cosca della ndrangheta jonica, quella dei Palamara Bruzzaniti Morabito, di Africo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calabria, famiglia di Rino Gattuso vittima di estorsione: due fermati

Inflitte 207 condanne per vari reati nel primo grado del maxi-processo Rinascita Scott

Maxi processo Rinascita-Scott, arrivano le prime condanne: 11 anni a Pittelli