ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia e Cina chiudono all'Ue

euronews_icons_loading
Russia e Cina chiudono all'Ue
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Le relazioni tra Russia e Cina non sono mai state così positive. A dirlo il Ministro degli Esteri russo Lavrov, in visita in Cina dall'omologo Wang Yi. Visita che arriva all'indomani delle sanzioni decise da Ue, Stati Uniti, Canada e Regno Unito contro diversi funzionari cinesi per la persecuzione dei musulmani uiguri. Lavrov ha usato parole dure sull'UE: "Non ci sono rapporti con l'Unione Europea in quanto organizzazione, l'intera infrastruttura di queste relazioni è stata distrutta dalle decisioni unilaterali di Bruxelles. Se e quando gli europei riterranno opportuno eliminare questa anomalia nei contatti con il loro più grande vicino, naturalmente saremo pronti a costruire queste relazioni sulla base dell'uguaglianza, basata sulla ricerca di un equilibrio di interessi.

Parole dure non solo sull'Unione Europea ma anche sugli Stati Uniti, colpevoli "interferire arbitrariamente negli affari interni di altri e di creare problemi citando democrazia e diritti umani". Cina e Russia, ha detto Lavrov, "si oppongono fermamente all'egemonia e alla pratica del bullismo".

Nelle scorse ore, come reazione alle sanzioni, la Cina ha richiamato il proprio ambasciatore presso l'Unione Europea.