Regno Unito, un anno dopo il primo blocco: "Abbiamo pagato un enorme pedaggio"

Regno Unito, un anno dopo il primo blocco: "Abbiamo pagato un enorme pedaggio"
Diritti d'autore AP Photo/Kirsty Wigglesworth
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un anno dopo il primo lockdown, il Regno Unito si ferma per ricordare le vittime del Covid. Il cordoglio del premier Johnson

PUBBLICITÀ

Difficile ricordare i tempi in cui il Regno Unito prefigurava l'ipotesi di far circolare il virus per guadagnare l'immunità di gregge. Alle prese con il suo terzo blocco, il Paese ha celebrato l'anniversario delle prime restrizioni contro la pandemia. Dai lavoratori del servizio sanitario nazionale al personale della stazione ferroviaria di Paddington a Londra sino alla Camera dei Comuni, i britannici si sono fermati a mezzogiorno per ricordare le vittime del Covid-19.

Gli ultimi 12 mesi hanno "richiesto un pedaggio enorme a tutti noi", ha detto Boris Johnson, porgendo le sue condoglianze alle famiglie delle vittime della pandemia.

Nel tweet di Johnson: "Oggi, l'anniversario del primo blocco, è un'occasione per riflettere sull'anno passato, uno dei più difficili nella storia del nostro Paese".

Da quando il primo ministro britannico ha imposto il primo lockdown per fermare la corsa del virus, il 23 marzo 2020, il bilancio ufficiale dei morti è passato da 938 a più di 126.000, il più alto in Europa. Il virus ha infettato più di 4,3 milioni di persone. 

Euronews
Regno Unito, morti per Covid-19Euronews

Tuttavia, dopo mesi di gestione caotica della crisi, di cui il Regno Unito è stato lento a cogliere la portata, il Paese ha lanciato una delle campagne di vaccinazione più avanzate al mondo. Ad oggi quasi 28 milioni di persone hanno ricevuto la prima dose di uno dei vaccini contro il Covid, e 2,3 milioni di persone hanno già ricevuto le due dosi richieste.

La sfida è ora legata alla variante inglese, così chiamata perché riscontrata per la prima volta nelle regioni sud-orientali del Regno Unito. Ma, con l'aiuto del vaccino, il governo confida di poter eliminare gradualmente le restrizioni entro la fine di giugno.

Secondo gli ultimi dati ufficiali, il Regno Unito ha registrato 17 morti per Covid-19 nelle ultime ore, il numero più basso dalla fine di settembre, portando il totale a 126.172 dall'inizio della pandemia.

Le cifre settimanali dei decessi per coronavirus in Inghilterra e Galles sono al loro minimo da ottobre, secondo le statistiche nazionali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: nel Regno Unito già 15 milioni di vaccinati, sanità francese di nuovo in "stato di crisi"

Ecco perché il Regno Unito sta surclassando l'Europa nella corsa ai vaccini

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo III