ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Una bussola per un decennio digitale

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Una bussola per un decennio digitale
Diritti d'autore  OLIVIER HOSLET/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Come dovrebbe essere l'Europa digitale nel 2030? La Commissione europea ha presentato la sua "bussola digitale": la visione, gli obiettivi e le strade per una trasformazione digitale di successo verso un'economia resiliente agli shock e con cittadini con competenze digitali.

In un mondo interconnesso, l'ambizione dell'UE è di adattarsi alla realtà digitale.

Basandosi sulla sua strategia di febbraio 2020, la Commissione propone al Parlamento europeo e agli Stati membri di concordare una serie di principi come progetti multinazionali e un solido quadro di governance.

"La digitalizzazione non è fine a se stessa. Deve avere uno scopo - afferma Margrethe Vestager, Vicepresidente della Commissione europea. - Per noi, rendere questo decennio digitale un decennio di successo significa diventare il partner prospero, fiducioso e aperto che vogliamo essere in questo mondo e assicurarci che tutti di noi trarremo vantaggio dal benessere di una società digitale inclusiva".

Al Parlamento europeo, i deputati sperano che questa volta la Commissione faccia sul serio.

Infatti, nonostante iniziative simili in passato, l'economia digitale europea non è stata totalmente inclusiva, ricorda Eva Maydell, eurodeputata bulgara.

"A questo punto, quando parliamo del Green Deal, penso che sia giunto il momento di iniziare a parlare di un accordo digitale. E il motivo per cui lo dico è perché abbiamo avuto numerose strategie digitali in passato. Alcune di esse hanno raggiunto i loro obiettivi, ma molte no Sono davvero preoccupata perchè abbiamo già minoranze digitali e potremmo vedere un numero crescente di queste minoranze digitali. Dobbiamo impedirlo".

Un modo per creare un ambiente digitale più inclusivo è investire pesantemente in infrastrutture digitali sostenibili che incoraggino la trasformazione digitale del business, affermano gli esperti. Inoltre non dovrebbero esserci divisioni tra aree urbane e rurali. C'è bisogno di investimenti infrastrutturali più elementari. L'Europa dovrebbe investire molto di più nella sua capacità di Internet ad alta velocità 5G. Il rischio è che il divario digitale generi anche disuguaglianze di reddito tra e all'interno dei paesi europei.

Le tecnologie digitali sono state fondamentali per mantenere la vita economica e sociale durante la crisi del coronavirus e saranno il fattore chiave di differenziazione in una transizione di successo verso un'economia e una società sostenibili e post-pandemiche.