EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Covid-19: scuole chiuse fino a marzo nel Regno Unito, rischio terzo confinamento in Francia

"Noi puliamo la nostra rete di trasporti regolarmente con disinfettante antivirale".
"Noi puliamo la nostra rete di trasporti regolarmente con disinfettante antivirale". Diritti d'autore Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Cristiano TassinariEuronews - Agenzie internazionali
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sempre più limitazioni e sempre più controlli alle frontiere: l'Europa non esce dal tunnel delle restrizioni imposte ai suoi cittadini. Niente scuola per altre sei settimane in Inghilterra e possibile nuovo confinamento (il terzo!) in Francia

PUBBLICITÀ

Controlli severi e sempre più restrizioni, ovunque in Europa. 

Niente scuola, siamo inglesi!

Ancora niente scuola, per almeno altre sei settimane, nel Regno Unito.
Tutti gli studenti a casa, con la didattica a distanza.
È uno degli effetti delle decisioni del governo di Boris Johnson, che ha annunciato un'estensione del lockdown nel paese.
L'8 marzo è, al momento, la prima data stabilita in cui le scuole britanniche potrebbero finalmente riaprire le loro aule. 

AP Photo
Una scuola inglese, vuota.AP Photo

"Dobbiamo essere prudenti"

Dichiara Boris Johnson, primo ministro britannico:

"So che tutti vogliono che riapriamo le scuole il più velocemente possibile e posso assicurarvi che questo è l'obiettivo di questo governo. Ma so anche, lo sappiamo tutti, che ci sono 37.000 persone in ospedale che soffrono di Covid e il tasso di contagio è ancora incredibilmente alto. Voi, noi, tutti dobbiamo essere prudenti".
Boris Johnson
56 anni, primo ministro Regno Unito
Stefan Rousseau/AP
Boris Johnson durante la visita allo stadio del Barnet, The Hive, a Londra: è diventato un centro di vaccinazioni.Stefan Rousseau/AP

Chiusure "non essenziali" in Lituania

Anche la Lituania ha annunciato un'estensione delle restrizioni fino a marzo, nonostante il calo dei nuovi casi di Coronavirus.

Negozi non essenziali, palestre, teatri e cinema rimarranno chiusi e saranno vietati gli incontri in casa tra diverse famiglie e gli spostamenti tra un comune e l'altro.

AP Photo
Vilnius protesta.AP Photo

Sempre più problemi per viaggiare

Norvegia, Regno Unito e Belgio stanno rendendo impossibile e illegale viaggiare, a meno che il viaggio non sia considerato essenziale, ad esempio per motivi di lavoro o di salute.

Ai cittadini sono state comunicate le nuove regole: controlli alle frontiere aeree, stradali e ferroviarie e multe per non chi non è in regola.

Francia: terzo confinamento?

Intanto in Francia il rischio è quello di un terzo confinamento.

Restrizioni e coprifuoco (dalle 18) sono già in vigore da tempo, ma il presidente Emmanuel Macron è sotto pressione per dare un ulteriore giro di vite, dal momento che i dati mostrano una nuova impennata di casi, di ricoveri e di decess in tutto il paese.

Michel Spingler/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
La protesta degli studenti universitari a Lilla.Michel Spingler/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

A fine Covid avremo sempre più bisogno di lavoratori immigrati: come reagirà la politica?

100 milioni di contagi da Covid-19 nel mondo: per i vaccini, Sanofi aiuta Pfizer-BioNTech

Piano Ruanda, l'Austria elogia il Regno Unito: insieme per modificare il sistema legale europeo