ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Israele: proteste anti-Netanyahu "Dimissioni subito"

euronews_icons_loading
Israele: proteste anti-Netanyahu "Dimissioni subito"
Diritti d'autore  Sebastian Scheiner/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di israeliani hanno protestato contro il primo ministro Benjamin Netanyahu per chiederne le dimissioni. Molti si sono radunati sotto la sua abitazione a Gerusalemme, ci sono stati anche scontri con la polizia e sei arresti. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata il mancato accordo sul bilancio e la conseguente dissoluzione del parlamento, avvenuta martedì. Nuove elezioni, le quarte in due anni, si terranno a Marzo.

Manifestazioni da cinque mesi

Da ormai cinque mesi nel Paese, tuttavia, si tengono manifestazioni di piazza contro il primo ministro, tre volte imputato per corruzione, frode e abuso d'ufficio, contestato prima per l'alleanza di governo col partito Blu-bianco di Benny Gantz e poi per la gestione della pandemia.

I raduni sotto la residenza del primo ministro sono settimanali, ma si protesta anche in altre città, per esempio Tel Aviv. Nella località di Kiryat Ono (Tel Aviv) un dimostrante ottantenne che partecipava ad un picchetto di protesta contro il premier è stato investito da un'automobile ed è poi deceduto in ospedale lo scorso sei dicembre.