ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tante sorprese e qualche conferma al festival del cinema europeo

euronews_icons_loading
Tante sorprese e qualche conferma al festival del cinema europeo
Diritti d'autore  euronews
Di Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

"Un altro giro" di Thomas Vinterberg è stato il grande mattatore agli European Film Awards con 4 premi per miglior film, migliore regia, sceneggiatura e con Mads Mikkelsen miglior attore per l'interpretazione di un insegnante di scuola superiore perennemente ubriaco.

Nonostante la sua gioia alla cerimonia online con Berlino, il regista danese ha confessato che alcune nubi si sono addensate sulla produzione del film.

Thomas Vinterberg: "Mia figlia è morta mentre giravo questo film. Amava questo progetto, era una parte di esso. Avrebbe dovuto avere una parte, è stato girato nella sua scuola. L'unica cosa che avesse senso era dedicarle questo progetto. Il premio sarà onorare la sua memoria e vi ringrazio dal profondo del cuore.

L'aartista femminile che ha ottenuto la statuetta come migliore attrice è stata Paula Beer per "Undine".

L'attrice tedesca recita nella storia d'amore di Christian Petzold, una variazione sul mito della ninfa dell'acqua Undine, che deve uccidere gli amanti che l'abbandonano o la tradiscono.

il premio com miglior documentario va al film "Collective" di Alexander Nanau.

L'opera si occupa dello scandalo sanitario in Romania all'indomani della strage in una discoteca di Bucarest dove morirono 27 persone. I feriti furono 180 37 morirono in seguito misteriosamente in ospedale anche se non erano inizialmente in pericolo di vita. Lo scandalo ha portato alle dimissioni del premier Victor Ponta e del suo intero gabinetto.

Così il regista Alexarnder Nanau: Vorrei ringraziare i membri dell'Accademia per aver riconosciuto che il nostro film che parla del potere individuale, e del giornalimo investigativo. È un pilastro sempre più importante per le nostre democrazie. Ho la sensazione che ne abbiamo bisogno sempre di più, ogni giorno.

Il premio Discovery per un'opera prima, è andato al regista italiano Carlo Sironi per il suo film "Sole"

Il film parla di una donna incinta polacca che viene in Italia a vendere il suo bambino non ancora nato. Incontra un giovane che dietr pagamento racconterâ di essere il adre in modo da affidare il neoato allo zio. La giovane madre però, inizia ad avere un conflitto emotivo a causa di un contratto di vendita a cui è costretta. Il giovane uomo decide di assumetere la patria potestà.

Al termine della cerimonia un momento toccante è stato l'addio ufficiale alla direttrice della European Film Academy, Marion Döring e al presidente dell'Accademia, Wim Wenders. I due vanno in pensione dopo oltre 30 anni di impegno per il cinema europeo.

Così Angela Markel, cancelliera tedesca: "Il vostro addio equivale a un capitolo che volge al termine. Rimangono i vostri risultati, l'entusiasmo per il cinema europeo. Vi auguro tutto il meglio per il vostro futuro.

L'anno prossimo la cerimonia European Film Award sarà di nuovo a Berlino, si spera con un vero e proprio evento dal vivo.