ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Usa, milioni di dosi di vaccino spedite agli ospedali

Access to the comments Commenti
Di Stefania De Michele  & Euronews
euronews_icons_loading
Usa, milioni di dosi di vaccino spedite agli ospedali
Diritti d'autore  Morry Gash/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Milioni di dosi di vaccino anti Covid-19 hanno lasciato i magazzini della Pfizer nel Michigan e sono state trasportate in camion o in aereo all'indirizzo dei siti di distribuzione e degli ospedali negli Stati Uniti.

Un'operazione che segna l'inizio della più grande campagna di vaccinazione mai lanciata sul suolo americano. Grande e delicata perché i vaccini devono essere conservati a meno 70 gradi centigradi: la catena del freddo non deve essere spezzata.

Secondo i test, il vaccino - inoculato in due dosi - è efficace al 95% ed è il primo ad essere stato approvato negli Stati Uniti, ma anche in Canada, nel Regno Unito, in Bahrain e Arabia Saudita.

Il Segretario della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti Alex Azar e il generale Gus Perna, che sovrintende alla distribuzione, hanno visitato un centro operativo per la vaccinazione. La speranza è che ci sia un riscontro positivo e che i cittadini statunitensi optino senza resistenze per la vaccinazione.

Nel tweet: "La Food and Drug Administration ha autorizzato il primo vaccino Covid-19 negli Stati Uniti, e l'Operazione Warp Speed (OWS) e i suoi partner del settore privato hanno immediatamente iniziato a spedire i vaccini".

La prima consegna da parte di Pfizer/BioNTech garantirà la somministrazione del vaccino a circa tre milioni di persone. In primo luogo, il personale sanitario e i residenti delle case di riposo. L'obiettivo è quello di vaccinare un totale di 20 milioni di persone entro la fine dell'anno.

Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito al mondo dalla pandemia, con oltre 16 milioni di casi e 297.000 morti. I dati sono stati resi noti dalla Johns Hopkins University.