ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La successione di un giudice alla Corte Suprema espaspera le presidenziali Usa

euronews_icons_loading
La successione di un giudice alla Corte Suprema espaspera le presidenziali Usa
Diritti d'autore  Carolyn Kaster/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Nessun nuovo giudice della Corte Suprema Usa fino all'investitura presidenziale a gennaio 2021. La folla liberal si raccoglie in una veglia funebre, ricordando la giudice dell'alta istanza giuridica, Ruth Bader Ginzburg.

Oltre al lutto, però i progressisti vogliono parare quello che loro considerano un colpo di mano del presidente Trump.

Il capo dell'amministrazione di Washington vorrebbe infatti nominare immediatamente un giudice conservatore prima di gennaio.

Se ci riuscisse, i Repubblicani aumenterebbero la loro maggioranza nella Corte Suprema.

I Democratici vogliono invece attendere il responso delle urne presidenziali, il 3 novembre e il conseguente incarico della nuova amministrazione, prima di nominare un nuovo giudice.

Sperano infatti nella vittoria di Jeo Biden su Trump. E quindi nella possibilità di scegliere un candidato d'ispirazione Dem.

Il calcolo di Biden, in quanto candidato alla presidenza si basa sulla possibilità di ampliare la piattaforma politica del futuro giudice anche ai repubblicani anti-trump. L'ex vice-presidente di Obama ha infatti dichiarato:

"Mi appello a quei pochi senatori repubblicani, quel drappello che potrà veramente decidere cosa accadrà. Per favore ascoltate la vostra coscienza. Non votate per confermare qualcuno, nelle attuali circostanze create dal presidente Trump e dal senatore McConnel, attenetevi alla vostra disciplina costituzionale, alla vostra coscienza".

L'equilibrio tra repubblicani e democratici, conservatori e progresssti, dei nove membri della corte suprema è determinante per la direzione politica e sociale degli Usa. Per il momento i conservatori sono in maggioranza. Trump intende nominare una donna.