EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Moria, migliaia di senzatetto allo stremo sull'isola di Lesbo

Moria, migliaia di senzatetto allo stremo sull'isola di Lesbo
Diritti d'autore Petros Giannakouris/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Petros Giannakouris/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo l'incendio che ha distrutto l'enorme baraccopoli i tredicimila ospiti costretti all'addiaccio e senza cibo

PUBBLICITÀ

La soluzione d'emergenza per mille dei 13.000 senzatetto di Moria è la Blue Star Chios, una nave traghetto da ieri agli ormeggi nel porto di Sigri, sull'isola di Lesbo.

L'incendio che ha distrutto l'enorme baraccopoli ha riportato alle proprie responsabilità le istituzioni europee. Il vicepresidente della Commissione, Schinas parla degli interventi più urgenti: "Priorità massima, immediata, collettiva, per fornire un riparo a chi ne abbia bisogno, e poi ripristinare al più presto l'ordine pubblico sull'isola".

Ieri la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva annunciato un piano coordinato con la Francia per accogliere i minori. "Ho chiesto al primo ministro greco come possiamo essere utili. Lui ci ha chiesto di prenderci carico dei minori che sono stati trasferiti nella Grecia continentale. Francia e Germania parteciperanno, e spero che anche altri stati europei faranno lo stesso".

La maggior parte dei senzatetto è costretta a vagare per la piccola isola alla ricerca di cibo e acqua, senza poter contare su una rete di assistenza efficace. Difficile la situazione per le tante famiglie con bambini piccoli, che hanno passato un'altra notte all'aperto senza alcuna protezione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti: la rabbia degli abitanti di Moria

Lesbo, la protesta dei migranti di Moria: chiedono di lasciare l'isola

Grecia, la rotta dalla Libia spaventa l'isola di Gavdos: 1.500 migranti in tre mesi