ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Mistero in Argentina: marinai positivi al Covid dopo 35 giorni di navigazione e 14 di isolamento

Foto d'archivio scattata nel 2007 a Ushuaia, il centro urbano più a sud in Argentina
Foto d'archivio scattata nel 2007 a Ushuaia, il centro urbano più a sud in Argentina   -   Diritti d'autore  Natacha Pisarenko/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Enigma in Argentina: come `è possibile che dei marinai in navigazione da 35 giorni - con l'intero equipaggio risultato negativo prima della partenza - siano ora positivi al coronavirus?

Ben 57 membri dell'equipaggio del peschereccio Etchizen Maru (su 61) sono risultati positivi al tampone. La nave è tornata in porto dopo che alcuni dei suoi passeggeri hanno presentato i sintomi tipici del Covid-19. Ad annunciarlo lunedì è stato il ministero della Salute della provincia argentina della Terra del Fuoco.

I membri dell'equipaggio erano stati sottoposti a 14 giorni di quarantena obbligatoria in un albergo di Ushuaia prima di prendere il largo e, testati, erano tutti risultati negativi.

Due di loro sono risultati negativi e altri due sono in attesa dei risultati del loro test, ha detto il comitato provinciale per le operazioni di emergenza. Degli altri quattro marinai, due sono risultati negativi e altri due attendono ancora il risultato del test.

In due hanno dovuto ricorrere a cure ospedaliere mentre agli altri è stato permesso di rimanere a bordo della nave.

"E' difficile stabilire come l'equipaggio si sia potuto contaminare, sapendo che per 35 giorni non ha avuto contatti con la terraferma e che i rifornimenti sono stati consegnati solo dal porto di Ushuaia", ha spiegato Alejandra Alfaro, direttore dell'assistenza sanitaria di base nella Terra del Fuoco.

Un team sta studiando "la cronologia dei sintomi tra l'equipaggio per stabilire la cronologia dei contagi", ha aggiunto.

Secondo il capo del Dipartimento Malattie Infettive dell'Ospedale Regionale di Ushuaïa, Leandro Ballatore, questo è un "caso che sfugge alla descrizione delle pubblicazioni [scientifiche], perché un periodo di incubazione così lungo non è stato ancora riscontrato da nessuna parte".

"Non possiamo ancora spiegare come siano apparsi i sintomi. É qualcosa che colpisce, ma abbiamo stabilito cinque ipotesi che stiamo finendo di valutare per determinare l'accaduto", ha sottolineato l'esperto di malattie infettive e membro del Comitato per le operazioni di emergenza della provincia.

L'equipaggio è stato messo in isolamento a bordo della nave ed è tornato al porto di Ushaïa.

L'Argentina ha superato i 100mila casi domenica scorsa, e il numero dei morti è salito a 1.859. La stragrande maggioranza dei contagi, il 95%, è nell'area urbana di Buenos Aires, che ospita 14 milioni di argentini su un totale di 44 milioni.

L'Etchizen Maru appartiene ad una ditta chiamata Pesantar, parte del gruppo New San, uno dei principali produttori di elettronica nella provincia.

Il turismo domestico ha riaperto i battenti nella Terra del Fuoco a fine giugno, dopo più di un mese di assenza di nuovi casi. Dall'inizio della pandemia, ci sono stati solo 141 casi e un morto nella provincia.