ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: da Marsiglia a Lione, onda verde alle municipali. Astensione record

euronews_icons_loading
Francia: da Marsiglia a Lione, onda verde alle municipali. Astensione record
Diritti d'autore  أ ب
Dimensioni di testo Aa Aa

Un'ondata ecologista travolge la Francia. I verdi sono i trionfatori delle municipali in Francia, dove questa domenica si è votato a più di tre mesi dal primo turno. Un'onda verde che ha travolto figure storiche dell'establishment politico come Jean-Claude Gaudin, sindaco di Marsiglia per 25 anni, e come Gerard Colomb, che a Lione appoggiava la candidatura dell'ex ginnasta Yann Cucherat.

La mappa francese si è colorata di verde anche a Strasburgo, Bordeaux e Grenoble, mentre a Parigi gli ecologisti hanno appoggiato la sindaca uscente, la socialista Anne Hidalgo, che si è assicurata agevolemente un nuovo mandato. Anche diverse città di media grandezza come Besançon, nell'est, e Poitiers, nel centro, o Annecy (Alpi vicino al confine con l'Italia) hanno scelto sindaci ecologisti, che diventano la principale forza di sinistra

La vittoria del premier francese Edouard Philippe a Le Havre è una delle poche note liete per En Marche. Il partito di Macron, dopo aver costruito la sua alternativa al centro, è stato sanzionato a livello locale, dove viene visto come protagonista di una politica di destra.

Philippe era già stato primo cittadino della città normanna tra il 2010 e il 2017. Resta da vedere se rassegnerà le dimissioni dalla carica di premier o se delegherà a qualcun altro quella di primo cittadino.

A Perpignan l'exploit più importante dell'estrema destra. La vittoria di Louis Aliot, ex compagno di Marine Le Pen, consente al Rassemblement National di tornare al governo di una città con più di 100mila abitanti. Sono undici, in totale, i comuni andati all'estrema destra.

Significativo il dato dell'affluenza, ai minimi storici: il tasso di astensione, stando alle proiezioni, si aggira intorno al 60%, un dato ancor più significativo se si considera che storicamente le municipali hanno registrato quasi sempre un alto tasso di affluenza.

Attraverso un comunicato dell'Eliseo Emmanuel Macron si è detto "preoccupato per il debole tasso di partecipazione" al ballottaggio per i sindaci.