ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Croce Rossa Internazionale: "no a nazionalismo vaccinale"

euronews_icons_loading
Croce Rossa Internazionale: "no a nazionalismo vaccinale"
Diritti d'autore  Dursun Aydemir/Anadolu Ajansı
Dimensioni di testo Aa Aa

Lavarsi bene le mani e il distanziamento sociale rimangono le misure chiave nella lotta contro il coronavirus, ma la vera soluzione è lo sviluppo di un vaccino.

Ecco perché numerose nazioni hanno deciso di prendere parte a un vertice virtuale.

Boris Johnson, Primo Ministro britannico: "Aprirò il vertice globale sui vaccini ospitato dal Regno Unito e riuniremo più di cinquanta paesi e personalità di spicco come Bill Gates per raccogliere almeno 7,4 miliardi di dollari per Gavi, l'alleanza con i vaccini".

Investimenti nei vaccini

Ci sono state diverse iniziative: Francia, Germania, Italia e Paesi Bassi hanno stretto un'alleanza per accelerare la produzione di un vaccino "sul suolo europeo", anche la Turchia e la Russia hanno deciso di cooperare nella ricerca.

Ma il capo della Croce Rossa, Francesco Rocca ha lanciato un avvertimento contro il cosiddetto "nazionalismo vaccinale". Sta sollecitando il mondo a lavorare insieme - i ricchi e i poveri.

Per tenere a bada il virus ... "Tutti devono avere accesso a questi trattamenti salvavita".

In assenza di un vaccino, le autorità si sono comportate diversamente con il virus. Il principale epidemiologo svedese ha difeso la controversa strategia anti coronavirus del suo paese. Ha evitato il blocco ma ha uno dei più alti tassi di mortalità per abitante al mondo.

Anders Tegnell, epidemiologo svedese: "Siamo ancora molto soddisfatti della strategia di base, funziona bene: abbiamo un basso livello di diffusione nella società, abbiamo un bilancio delle vittime sfortunato e molto alto, ma ci stiamo lavorando e vediamo che sta diminuendo piuttosto rapidamente. "

La Grecia ha dovuto affrontare la realtà della sua decisione di allentare le restrizioni quando 12 passeggeri su 91 a bordo di un volo per Atene sono risultati positivi.

Tutti i viaggiatori furono immediatamente messi in quarantena.