Scoperta fabbrica mascherine clandestina

Scoperta fabbrica mascherine clandestina
Nel Napoletano. Sottratti a vendita 160mila dpi non a norma
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 26 MAG - Una fabbrica clandestina di mascherine è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza a Nola, nel Napoletano. L'operazione ha consentito escludere dal mercato oltre 106.000 dispositivi di protezione individuale non a norma e con loghi contraffatti. I finanzieri di Nola e Ottaviano hanno scoperto che la fabbrica "del falso" era stata allestita in un supermercato dismesso, ampio oltre 300 mq. Il titolare della ditta (un 45enne di San Giuseppe Vesuviano, che è stato denunciato per contraffazione, ricettazione e frode in commercio) usava strumentazioni e macchinari hi-tech per la produzione di mascherine e articoli per bambini raffiguranti famosi personaggi di serie televisive, cartoni animati e stemmi di squadre di calcio di serie A. I dispositivi erano privi dei requisiti di sicurezza sanitaria e delle informazioni previste dal Codice del Consumo. In una ditta di abbigliamento all'ingrosso, inoltre, i finanzieri hanno scoperto e sequestrato 6.600 mascherine non a norma, di cui 130 per bambini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni Ue, Grecia: disoccupazione alta e salari bassi preoccupano i giovani

Le notizie del giorno | 17 aprile - Serale

L'Ue chiede il rilascio di un suo dipendente svedese detenuto in Iran da due anni