ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan: attacco all'ospedale di Medici Senza Frontiere

euronews_icons_loading
Afghanistan: attacco all'ospedale di Medici Senza Frontiere
Diritti d'autore  Rahmat Gul/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Due esplosioni, seguite da colpi di arma da fuoco: così i testimoni e la stampa locale descrivono l'attacco all'ospedale di maternità, gestito in partnership da Medici senza Frontiere a Kabul.
Il bilancio non è definitivo: almeno 13 le vittime, tra cui due neonati.
Non è ancora accertato se a prendere d'assalto l'ospedale sia stato un gruppo di uomini armati o un aggressore solitario.

"Un uomo in uniforme militare, che sembrava un lottatore, è entrato nella clinica e ha aperto il fuoco - racconta un testimone delle concitate fasi del raid terroristico - ha sparato contro le persone della zona e sui parenti dei pazienti al cancello della clinica".

Non c'è ancora rivendicazione, ma sembra che i talebani abbiano preso le distanze. L'ipotesi avanzata da più parti è che si tratti di un attentato a firma dell'Isis Khorasan, particolarmente attivo nel distretto di Kabul in cui si trova l'ospedale.
Gli attentati dunque non si fermano: nel distretto di Khewa, un altro terrorista si è fatto esplodere fra le persone riunite a un funerale.
20 i morti e circa 40 i feriti, secondo un primo bilancio.