Ordinavano 'pizza' e arrivava cocaina, arrestati trafficanti

Ordinavano 'pizza' e arrivava cocaina, arrestati trafficanti
Banda smerciava 50mila euro droga al mese, sei in manette
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 06 MAG - Al telefono, o sui social, la droga erano "pizze e birre". Un ristorante nel centro di Ciriè, nel Torinese, era la base utilizzata da una banda per trafficare stupefacente. Sono sei gli arresti eseguiti dai carabinieri del Comando Provinciale di Torino a conclusione di un'articolata indagine. Si tratta di cittadini albanesi tra i 22 e i 41 anni accusati di associazione per delinquere, detenzione e spaccio, nonché estorsione. Non erano rare, infatti, le ritorsioni nei confronti dei clienti per il recupero delle somme non corrisposte. Lo stupefacente veniva di solito interrato in impervie zone boschive, mentre le dosi venivano confezionate in una mansarda alla periferia di Ciriè. Il giro d'affari stimato dai militari era di circa 50mila euro al mese. Durante le indagini gli investigatori dell'Arma avevano già arrestato quattro pusher, sequestrato 50 grammi di cocaina in dosi e recuperato 24.000 euro in contanti, provento dello spaccio. Nel corso delle perquisizioni di oggi sono stati sequestrati altri 14mila euro. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia, pro vita in marcia contro l'estensione del diritto all'aborto proposta dal governo

Nigeria: dieci anni fa il rapimento di 276 studentesse da parte di Boko Haram

Ungheria, la candidata della sinistra chiede elezioni anticipate: La gente non vuole più Orbán