ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sterminò famiglia, muore incidente auto

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – PRATO, 14 APR – La sua auto è finita contro un
albero alla periferia di Prato. Così ieri è morto Simone
Cantaridi, 46 anni, alla vigilia del 21/o anno dalla strage in
famiglia da lui commessa: il 14 aprile 1999 a Piombino (Livorno)
uccise la moglie 24enne, la figlia di 4 anni e la sorella
27enne, poi fece esplodere la loro casa. Quanto accaduto ieri,
quando ancora non era noto chi fosse e la coincidenza della
data, è stato ritenuto un incidente stradale forse dovuto
all’alta velocità. Non risulta che l’uomo fosse ubriaco o avesse
fatto uso di stupefacenti. Dentro l’auto, si è appreso oggi, non
c’era alcun documento: si è risaliti all’identità del 46enne dal
targa della macchina. Cantaridi confessò dopo due giorni dagli omicidi senza mai
spiegare perchè lo avesse fatto . Fu condannato con rito
abbreviato a 16 anni. Dieci quelli scontati venendo scarcerato
grazie alla buona condotta e all’indulto. Lavorava in un
supermercato. Durante la reclusione a Prato si era laureato in
teologia.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.