Intimidazione a sindaco calabrese

Intimidazione a sindaco calabrese
Stesso gesto per consuocero e assessore, 'atto mafioso'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VERZINO (CROTONE), 10 APR - Tre proiettili sono stati recapitati al sindaco di Verzino, Pino Cozza, all'assessore Filomena Pontieri ed al consuocero del primo cittadino, Rosario Bevilacqua. I proiettili sono stati recapitati in un plico lasciato nella cassetta postale di ognuno dei tre obiettivi dell'intimidazione. Cozza è stato eletto il 26 maggio 2019 alla guida della lista La Svolta, un'alleanza civica promossa proprio da Bevilacqua. Una intimidazione mafiosa per il sindaco del piccolo comune silano: "Faccio parte di una famiglia di uomini e donne di Stato - dice - che la mafia, la delinquenza e le forme di prevaricazione le hanno sempre schifate, allontanate e combattute. Quello che è accaduto a me, all'assessore Pontieri e a Rosario Bevilacqua è un gesto incommentabile, è un'intimidazione di tipo mafioso che vi assicuro non ha intimidito affatto perché quando si è in pace con la propria coscienza il sonno non viene disturbato da tali vigliaccate". Le indagini sul gesto sono condotte dai carabinieri.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stati Uniti: la Camera approva gli aiuti all'Ucraina per 61 miliardi di dollari

Gaza: Erdoğan incontra Ismail Haniyeh e il ministro degli Esteri egiziano a Istanbul

Migranti, i Paesi europei del Mediterraneo chiedono cooperazione e nuovi fondi