ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus, la mappa dei decessi a marzo 2020 e il confronto con il 2019

Coronavirus, la mappa dei decessi a marzo 2020 e il confronto con il 2019
Diritti d'autore  EURONEWS
Dimensioni di testo Aa Aa

Di fronte al gran volume di informazioni per tracciare l'andamento dell'epidemia da coronavirus in Italia (contagiati, deceduti, guariti, ricoverati in terapia intensiva), sono emersi molti dubbi sull'affidabilità e la completezza dei dati disponibili. Essi variano a seconda delle modalità di somministrazione dei tamponi, che cambiano non solo da Paese a Paese, ma anche da regione a regione. Dati e analisi vanno presi dunque cum grano salis.

L'Eco di Bergamo ha stimato un numero reale di morti nella Bergamasca doppio rispetto ai "decessi ufficiali" certificati Covid-19. Sei volte rispetto a un anno fa.

Il quotidiano locale ha deciso di confrontare il numero dei morti degli anni passati con quello di quest'anno - un indicatore potente per capire la reale portata dell'emergenza sanitaria che stiamo affrontando. I sindaci di molti comuni infatti denunciano un aumento esponenziale dei decessi da un anno all'altro.

Nella sola Bergamo, calcola il giornalista Isaia Invernizzi, a marzo 2019 sono morte 213 persone mentre quest'anno 881.

Finalmente, anche l'Istat ha deciso di fare lo stesso e ha pubblicato lo storico sull'andamento dei decessi per alcuni comuni verificati dal 2015 al 2020, e una tavola di quelli del periodo 1-21 marzo, per gli anni 2019 e 2020.

Ebbene, dall'analisi dei numeri totali si vede come da un anno all'altro siano morte il doppio delle persone (8054 nel 2019, 16216 nel 2020), con un aumento della mortalità fortemente disomogeneo sul territorio (concentrato in 4 province).

Come scrive Matteo Cavallaro su Twitter, nei 73 comuni della provincia di Bergamo riportati dal bollettino abitavano 162.913 anziani oltre i 65 anni. Ne sono deceduti 2.361 in 21 giorni, l'1.45%. Tenendo questo ritmo per tutto l'anno, verrebbe a mancare un quarto della popolazione con più di 65 anni.

In alcune zone della Bergamasca, il numero di decessi registrati ufficialmente è decuplicato: a Nembro siamo passati per esempio da 11 a 121.

Abbiamo cercato di visualizzare in questi due grafici l'andamento degli addii nel periodo 1-21 marzo degli anni 2019 e 2020, nel migliaio di comuni dei cui dati l'Istituto Ufficiale di Statistica è venuto in possesso.

Per vedere il dettaglio dei singoli comuni, trascinare il cursore del mouse su ciascuno di essi. Se le visualizzazioni non si caricano, cliccare qui e qui.