ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus, Conte: "Blocco esteso fino al 13 aprile"

euronews_icons_loading
Coronavirus, Conte: "Blocco esteso fino al 13 aprile"
Diritti d'autore  Palazzo Chigi/Afp
Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il dpcm che prolunga fino al 13 aprile le misure restrittive per contenere la diffusione del coronavirus. Ad annunciarlo è stato lo stesso premier in una conferenza stampa a Palazzo Chigi, confermando così quanto aveva già annunciato qualche ora prima il ministro della Salute Roberto Speranza.

Conte ha aggiunto che, passata la fase più acuta dell'emergenza, "entreremo nella fase 2, di allentamento graduale, che è la convivenza con il virus. Poi ci la fase 3, che sarà la fase dell'uscita dell'emergenza, della ricostruzione, del rilancio".

Il premier ha sottolineato che gli effetti delle misure adottate dal governo cominciano a vedersi ma che "non siamo nelle condizioni di dire che il 14 aprile allenteremo le misure. Entreremo nella fase 2 quando ce lo diranno gli esperti".

"Non siamo nella condizione di poter allentare le misure restrittive e alleviare i disagi e risparmiarvi i sacrifici a cui siete sottoposti - ha detto Conte - c'è una sparuta minoranza di persone che non rispetta le regole: abbiamo disposto sanzioni severe e misure onerose. Non ci possiamo permettere che l'irresponsabilità di alcuni rechino danni a tutti".

Coronavirus: le cifre dell'1 aprile

Sono 80.572 le persone affette dal coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 4.782 nuovi casi: escludendo i morti (727, in calo rispetto agli 837 di martedì) e i guariti, il totale delle persone positive è aumentato di 2.937 unità rispetto a martedì.

Nel suo punto quotidiano il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, ha annunciato che i ricoverati in terapia intensiva sono 4.035, mentre i ricoverati con sintomi sono 28.403. Le persone in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi sono 48.434. Guariti e dimessi sono 16.847, un incremento di 1.118 in 24 ore. In Lombardia i morti sono stati 394 (martedì 381).