Coronavirus: Battelli, ora rilancio Ue

Coronavirus: Battelli, ora rilancio Ue
Non accetteremo condizioni lesive per il nostro Paese
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 31 MAR - "Nessuno sta chiedendo agli stati membri di condividere i debiti sovrani ma quelli che faremo in questa fase d'emergenza. E lo dico a quei leader che, quotidianamente, dicono di 'uscire' dall'Unione europea e da tutto: da soli non ce la faremo, nessuno può farcela perché questo virus non guarda in faccia a nessuno". Lo afferma il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera, Sergio Battelli, intervenendo, in diretta, a "Radio Cusano Campus". "Stiamo assistendo anche al paradosso - prosegue - del virus che sta curando i mali dell'Europa. Da questa crisi, se lavoreremo bene, potremo uscirne con un rilancio forte. Quel che è certo è che noi non accetteremo per nessuna ragione condizioni lesive per il nostro Paese perché, vorrei ricordarlo, questa crisi non dipende dal fatto che 'non abbiamo fatto bene i compiti' ma da un'emergenza senza precedenti che va affrontata con strumenti nuovi. Oggi la forza è nella condivisione dei debiti e della conoscenza. Spero tutti se ne rendano conto".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, capo intelligence militare Haliva si dimette per l'attacco del 7 ottobre di Hamas

La pazza corsa alla spesa militare in Europa, l'Italia non partecipa

Kosovo, serbi boicottano il voto: fallisce il referendum contro i sindaci albanesi