ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: la Grecia teme di rivivere il dramma del piano di salvataggio

euronews_icons_loading
Coronavirus: la Grecia teme di rivivere il dramma del piano di salvataggio
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Era uscita poco meno di due anni fa dal programma di salvataggio e ora la Grecia si ritrova ad affrontare una nuova profonda recessione, a causa del coronavirus. Il turismo sarà duramente colpito. Il coronavirus potrebbe cambiare significativamente il modo di viaggiare in futuro.

Il governo greco chiede l’introduzione degli eurobond per affrontare la crisi e rifiuta l'idea dei Paesi del Nord Europa di ricorrere al MES.

L'opinione: "Il Mes sarebbe un altro memorandum, prospettiva inaccettabile"

"C'è il timore che gli Stati membri dell'Eurozona non possano ricorrere al MES. Questo aggiungerebbe ulteriore debito al già esistente grande onere del debito pubblico - spiega Giorgos Pagoulatos, direttore della Fondazione ellenica per le Politiche europee - E il problema principale, tra tutti gli altri, è che si tratta di un altro Memorandum, se posso metterla in questi termini. Ed è per questo che questa è una prospettiva inaccettabile".

"Penso che ci aspetteranno garanzie mediche e sanitarie più impegnative (ad esempio, certificati) da parte dei turisti che verranno accolti. E una domanda di infrastrutture che a salvaguardia della salute e della sicurezza delle persone che lavorano nel settore turistico - conclude Pagoulatos - È molto probabile che vedremo un'intensificazione degli sforzi per la sicurezza sanitaria in modo molto più sistematico, non solo in Grecia, naturalmente, ma in tutta Europa".

Nella migliore delle ipotesi, l'industria del turismo spera di rimettersi in piedi l'anno prossimo.