Zaky: udienza rinviata al 30 marzo

Zaky: udienza rinviata al 30 marzo
Amnesty International 'ragioni non chiare, altro pezzo calvario'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 23 MAR - E' stata rinviata al prossimo lunedì, 30 marzo, l'udienza di Patrick George Zaky, il ricercatore e attivista egiziano, studente del Master Gemma dell'Università di Bologna, detenuto nel Paese di origine ormai da un mese e mezzo. Lo ha scritto su Twitter Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International in Italia, che raggiunto al telefono ha spiegato: "Ancora non si conoscono le ragioni dello slittamento dell'udienza, ci aspettano altri 7 giorni di attesa. Un altro pezzettino di calvario. La cosa grave è che Patrick, da innocente, rimarrà un'altra settimana nel carcere di Tora. Un centro di detenzione, per lui che è asmatico, insalubre e sovraffollato". Alla prossima udienza manca una settimana esatta "noi continueremo a farci sentire - ha aggiunto Noury - lanceremo una 'Twitter storm' indirizzata all'autorità egiziane per chiedere la liberazione di Patrick. Troveremo anche il modo di consegnare alle istituzioni locali le 89mila firme che abbiamo raccolto lanciando la petizione su Amnesty.it".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Svizzera, referendum pensioni: sì ad aumento, no all'età a 66 anni

Russia, sei membri dell'Isis uccisi dall'antiterrorismo in Inguscezia

Portogallo: oltre 200mila elettori alle urne per il voto anticipato