Lite davanti a scuola, morto il nonno

Lite davanti a scuola, morto il nonno
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SASSARI, 18 MAR - È morto in ospedale dopo due settimane di agonia il nonno di 66 anni che il 3 marzo scorso aveva riportato un trauma alla testa per essere caduto durante le concitate fasi finali di una lite consumatasi all'uscita della scuola elementare di corso Trinità, nel centro storico di Sassari, dove si era recato per prendere il nipotino. Come anticipato dai quotidiani sardi nelle edizioni in edicola oggi, per il decesso dell'uomo è indagato un uomo di 35 anni con l'accusa di omicidio preterintenzionale. Secondo i riscontri degli investigatori, sarebbe stato lui a colpire il 66enne con un calcio, facendolo cadere a terra. Tutto era iniziato perché il nonno aveva strattonato e sgridato il nipote all'uscita della scuola. Era stato ripreso da alcuni altri genitori, e in seguito al battibecco era nata una lite. Tra i tanti intervenuti anche il 35enne ora indagato per quel modo violento con cui era intervenuto nella baruffa per difendere la sua fidanzata protagonista con altri della discussione con l'anziano.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, le Nazioni Unite: ancora più di dieci milioni di sfollati

Mosca dipinge la presa di Avdiivka come un trionfo, Kiev smentisce la cattura di centinaia di uomini

Morte di Navalny, la madre vede il corpo: "Vogliono che seppellisca mio figlio in segreto"