EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Due Stati, Gerusalemme capitale di Israele. Ecco il piano di pace di Trump

Due Stati, Gerusalemme capitale di Israele. Ecco il piano di pace di Trump
Diritti d'autore AP Photo/Susan Walsh
Diritti d'autore AP Photo/Susan Walsh
Di Euronews Agenzie:  ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il piano di pace del presidente statunitense: due stati, Gerusalemme capitale indivisa di Israele. Al futuro Stato palestinese una parte est della città

PUBBLICITÀ

Donald Trump e Benyamin Netanyahu euforici, a Washington, alla presentazione del piano di pace, con cui la Casa Bianca punta a chiudere il conflitto israelo-palestinese: un documento di 80 pagine che ridisegna i confini dello stato ebraico, aggiorandoli allo status quo e solleva le ire dei palestinesi.

La mia proposta prevede una situazione win-win, con opportunità per entrambe le parti. Una soluzione dei due Stati realistica, capace di risolvere il problema dello Stato palestinese e della sicurezza di Israele. Oggi Israele sta compiendo un passo gigantesco verso la pace
Donald Trump
Presidente statunitense

Rivolto poi al presidente dell'ANP, Trump ha promesso l'aiuto di Washington: "Presidente Abbas, vorrei che lei scegliesse il cammino della pace", ha dichiarato l'inquilino della Casa Bianca. "Gli Stati Uniti e molti altri Paesi saranno vicini per aiutarla in molti modi diversi e noi saremo qui ogni volta che ci sarà da fare un passo avanti". Il Presidente americano ha inoltre annunciato che, se ci sarà l'accordo tra le parti, verrà aperta un'ambasciata a stelle e strisce a Gerusalemme Est, confermando che quest'ultima potrebbe essere la capitale del futuro Stato palestinese.

Trump e Netanyahu presentano il piano statunitense come una storica opportunità di risolvere il conflitto mediorientale. Ma resta da vedere in quale misura potrà venire applicato, considerata la chiusura totale al confronto espressa dai palestinesi. Un dirigente di Hamas, Hussam Badran, ha fatto sapere che venerdì prossimo è stata indetta una "Giornata di collera", contro il piano, che si "prefigge di liquidare la causa palestinese", ha dichiarato. Sia in Cisgiordania che a Gaza, finito il discorso di Trump, molti giovani sono scesi in strada, bruciando le immagini del Capo di Stato Usa e del premier israeliano.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mike Pompeo "benedice" gli insediamenti israeliani

Pompeo in Israele: "Avanzare col piano di Trump per il Medio Oriente"

Stati Uniti, Steve Bannon dovrà essere incarcerato entro l'1 luglio