ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Cina sostituisce il suo inviato a Hong Kong

La Cina sostituisce il suo inviato a Hong Kong
Diritti d'autore
Screenshot
Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina ha licenziato il suo massimo funzionario a Hong Kong. Dopo oltre sette mesi di proteste di piazza per la democrazia nell’ex colonia britannica, Pechino ha annunciato che Wang Zhimin sarà sostituito da Luo Huining -ex segretario del partito comunista nella provincia dello Shanxi - nel ruolo di capo dell’ufficio per i rapporti con la Cina.

Le proteste antigovernative infiammano Hong Kong da mesi: a Capodanno durante una grande marcia autorizzata e iniziata in modo pacifico, si sono verificati episodi di violenza: la polizia, in tenuta antisommossa, ha usato spray urticanti e gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti, alcuni dei quali hanno lanciato molotov.

La sostituzione dell’inviato speciale a Hong Kong rappresenta per Pechino la prima misura di un certo peso dallo scoppio delle proteste.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.