ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Valanghe killer sulle Alpi: quattro morti in due giorni

Valanghe killer sulle Alpi: quattro morti in due giorni
Diritti d'autore
ANSA via AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro morti in 24 ore a causa delle valanghe in Trentino Alto Adige: è questo il bilancio di un tragico weekend sulle Alpi italiane. Domenica uno scialpinista è stato travolto sulle Dolomiti di Brenta mentre sciava fuoripista insieme ad altre tre persone nella zona dello Spallone del Massodi. Sabato su una pista da sci in Val Senales, una slavina ha travolto e ucciso tre persone, una donna e la figlia di sette anni e un’altra bambina sua coetanea. Altre due sciatori, un uomo e il figlio di 11 anni, sono rimasti feriti. Tutte le vittime sono di nazionalità tedesca e facevano parte di una comitiva.

Secondo chi presta soccorso in queste zone, come Denis Redolfi i fattori sono diversi che si vengono a creare: temperature non troppo basse, vento molto e grosse nevicate che coprono i lastroni di ghiaccio che si vanno a creare. Chi scia non li vede e puo' provocare slavine.

Poco dopo mezzogiorno, la valanga di grandi dimensioni si è staccata dal pendio che sovrasta la pista Teufelsegg - la più lunga del ghiacciaio della Val Senales, alta fino a oltre 3000 metri - su cui si è abbattuta coinvolgendo diversi sciatori. Sono intervenuti circa 70 soccorritori, tra Soccorso alpino, Guardia di finanza e Carabinieri, e tre elicotteri. Una delle due bambine, estratta dalla neve, è stata rianimata sul posto e poi trasportata in elicottero in ospedale a Trento dove, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. La procura di Bolzano ha aperto un fascicolo al riguardo per stabilire se si è trattato di un distacco spontaneo o se provocato da altri sciatori fuori pista.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.