ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Suspence sul caso Puigdemont: la giustizia belga prende tempo

euronews_icons_loading
Suspence sul caso Puigdemont: la giustizia belga prende tempo
Dimensioni di testo Aa Aa

La giustizia belga ha deciso di rinviare a febbraio la decisione sull'estradizione in Spagna di Carles Puigdemont e dei suoi due consiglieri.

La corte sembra aver accettato la linea della difesa dell'ex presidente catalano, che ritiene necessario conoscere prima la decisione della giustizia europea sull'immunità dei leader indipendentisti.

"Penso che dovremmo lasciare che i giudici in Lussemburgo lavorino: hanno tra le mani una questione molto rilevante. Non riguarda solo noi come persone, ma più di due milioni e trecentomila elettori europei che rimangono senza rappresentanza. Tutto questo ha a che fare anche con una questione sostanziale: ossia il valore del voto nell'Unione europea", ha dichiarato Puigdemont davanti al palazzo di giustizia a Bruxelles.

La corte lussemburghese deve pronunciarsi giovedì sull'immunità di Oriol Junqueras, un altro leader indipendentista, attualmente in carcere. Come Puigdemont è stato eletto deputato europeo alle ultime elezioni europee. E il suo caso costituirà un precedente per Puigdemont, spiega l'avvocato dell'ex presidente della Catalogna.

"Tutto può cambiare se l'immunità penale venisse riconosciuta. Ciò vuol dire che non sarà possibile perseguirli né arrestarli finché il Parlamento europeo non avrà sollevato l'immunità. Sono inviolabili e il mandato d'arresto europeo sarà sospeso, in attesa d ella decisione del Parlamento europeo se mantenere o meno l'immunità".

Occhi puntati dunque sulla Corte di giustizia europea, che dovrà decidere se l'immunità parlamentare è acquisita al momento della proclamazione dei risultati o da quando viene prestato giuramento.

Sasha Hardt, professore associato di diritto costituzionale compatato presso l'Università di Maastricht sostiene che "È molto difficile dire quale sarà il risultato di questa questione perché se il tribunale decidesse che, prima di tutto, l'immunità è accordata dalla notte elettorale e in secondo luogo che questi requisiti aggiuntivi sono illegali, Ciò scuoterebbe il panorama politico in Europa un bel po'. Posso immaginare che la corte cercherà di trovare una via di mezzo".

Finora i servizi legali del Parlamento europeo hanno dato ragione alla Spagna, ma il Presidente del Parlamento europeo Sassoli ha già dichiarato che applicherà la sentenza.