ULTIM'ORA

Ucraina, Donbass: iniziato ritiro sul fronte nel settore Petriv'ka-Bohdanivska

Ucraina, Donbass: iniziato ritiro sul fronte nel settore Petriv'ka-Bohdanivska
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe ucraine e i sepratisti filo-russi hanno iniziato questo sabato la ritirata dal fronte, in un settore chiave nel Donbass, in quello che molti sperano sia un preludio per la pace tanto attesa nella regione. Ad annunciare il ritiro delle truppe, tra i villaggi di Petriv'ka e Bohdanivska, è stato un alto ufficiale dell'esercito ucraino, Bohdan Bondar.

Se i nostri nemici non dovessero rispettare i propri obblighi, torneremo rapidamente a occupare la posizione che abbiamo appena lasciato
Bohdan Bondar
Alto ufficiale dell'esercito ucraino

L'inviato della Russia al gruppo di contatto sul processi di pace ucraino, Boris Gryzlov ha fatto sapere che "Mosca accoglie con favore il disimpegno delle forze ucraine e della Repubblica popolare di Donetsk (DPR)".

Un ulteriore passo verso la pace

Non è la prima volta che le due parti ritirano le proprie truppe dal fronte, sotto la sorveglianza della missione di monitoraggio dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE). Il disimpegno è già avvenuto in due sezioni, fuori dal villaggio di Stanytsia Luhanska e vicino alla città di Zolotoe, nella regione di Luhansk.

REUTERS/Oleksandr Klymenko
Membri della missione di monitoraggio dell'OSCE controllano la ritirata, a BohdanivskaREUTERS/Oleksandr Klymenko

Dalla sua elezione a presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha provato a riaprire il processo negoziale di Minsk, nel Formato Normandia, con i filo-russi, attraverso la mediazione di Mosca. E il disimpegno delle forze è una delle condizioni chiave per tenere il vertice, tra i leader di Francia, Germania, Ucraina e Russia.

Il conflitto in Ucraina orientale, iniziato nell'aprile 2014, un mese dopo l'annessione alla Russia della Crimea, ha fatto circa 13000 vittime, sia civili che militari. Ucraini e mondo occidentalë accusano il Cremlino di sostenere finanziariamente e militarmente i separatisti della DPR e di fatto di controllare l'area, cosa che Mosca nega.

REUTERS/Alexander Ermochenko
Truppe della milizia dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (DPR)REUTERS/Alexander Ermochenko
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.