Bertolini: "In Italia tanti pregiudizi"

Bertolini: "In Italia tanti pregiudizi"
Ct azzurre premiata dalla stampa estera assieme alla Bonansea
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Le ragazze durante il Mondiale hanno riavvicinato anche molti uomini al calcio. E' stata la cosa più bella che mi è stata detta". Comincia così l'intervento di Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile di calcio, prima di ritirare il premio 'Invictus' della stampa estera, a Roma. "Da bambina mi vestivo da bambino pur di giocare con i maschietti - confessa la Bertolini - ora le cose stanno cambiando, grazie alla Figc e ai progetti delle scuole. Dopo il Mondiale è aumentata la richiesta delle bambine di giocare al calcio; a loro piace molto praticare questo sport. In Italia ci sono tanti pregiudizi e, negli ultimi tempi, la situazione è peggiorata: basta leggere i messaggi all'indirizzo delle donne e degli omosessuali. Il coming out della Linari può aiutare a cambiare una certa mentalità primitiva". Premiata anche l'attaccante Barbara Bonansea, che è ferma a causa di un vecchio infortunio. "Serve anche una legge che ci tuteli - dice -. Io non gioco per una questione di soldi, ma per essere tutelata".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Senato Usa approva pacchetto da 95 miliardi per Ucraina e Israele, Biden: armi a Kiev in settimana

Gaza, Borrell: "Distruzione di Gaza peggiore che in Germania nella Seconda guerra mondiale"

Le notizie del giorno | 24 aprile - Mattino