ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Austria al voto, maggioranza cercasi

euronews_icons_loading
Austria al  voto, maggioranza cercasi
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Vittoria annunciata del Partito popolare, ma senza una maggioranza assoluta. Sebastian Kurz è il favorito in Austria nonostante la caduta fragorosa del suo governo, quattro mesi fa, in seguito allo scandalo dell'Ibizagate.

I conti si faranno a urne chiuse, ma con l'ultradestra travolta dagli scandali, l'alleanza non è scontata.

"Alle elezioni per il Parlamento europeo, rossi, verdi e liberali hanno ottenuto il 47% dei voti. Un solo punto percentuale in più a ciuascuno di questi tre partiti e avremo (Pamela) Rendi-Wagner come cancelliera - avverte Sebastian Kurz - Un solo punto percentuale a ognuno di questi tre partiti e il risultato elettorale, ma anche il paese, avrà un aspetto molto diverso da quello che desideriamo".

Non stanno meglio i socialdemocratici che potrebbero segnare il peggior risultato in un rinnovo del Nationalrat. Sembra esclusa una Grosse Koalition, dal punto di vista numerico sarebbe possibile persino una coalizione tra Popolari, Verdi e i liberali.

"Ogni voto per Sebastian Kurz rende più probabile una replica della coalizione di Ibiza dopo il 29 settembre - dice la candidata socialdemocratica, Pamela Rendi-Wagner - E quindi, c'è un solo modo per evitare che ciò accada. Votando per noi, cari amici, i socialdemocratici austriaci".

Il punto interrogativo riguarda il partito di Norbert Hofer, dato intorno al 20%, ma c'è chi pensa possa andare anche peggio tra "spese pazze" e Ibizagate

Chi sarà incaricato di formare il governo dovrà fare i conti con la rinnovata popolarità dei Verdi: il tema ha sostituito il cavallo di battaglia dell'ultradestra, i migranti.