Davanti tribunale protesta madre operaio

Davanti tribunale protesta madre operaio
Donna in sciopero della fame, voglio sapere perché
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TERNI, 26 SET - Si è spostata dal cimitero a davanti al tribunale di Terni la protesta di Lena Dodaj, la madre dell'operaio venticinquenne di origine albanese morto il 18 ottobre 2011 dopo essere precipitato dal tetto di un'azienda di Narni Scalo in cui stava lavorando. Da questa mattina la donna, in sciopero della fame da martedì, è in sit-in davanti al Palazzo di Giustizia. Con lei una foto del figlio e un cartello in cui spiega i motivi della protesta. "Hanno sepolto mio figlio senza che venisse fatta l'autopsia - continua a ripetere la madre dell'operaio - io voglio sapere dove e perché è morto mio figlio". La donna, che ha già scritto alla presidenza della Repubblica e al ministero della Giustizia, spiega che farà un nuovo appello al Guardasigilli Alfonso Bonafede. "Non mollo fino a che non mi daranno risposte" ha sottolineato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere