Papa: fa cenno a recente crisi, pregate

Papa: fa cenno a recente crisi, pregate
Politici e vescovi talvolta insultati, 'qualcuno se lo merita'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 16 SET - Chi è al governo "ha la responsabilità di condurre il Paese": e noi "lo lasciamo solo, senza chiedere che Dio lo benedica?". Lo ha detto Papa Francesco nell'omelia della messa a Santa Marta ricordando come gli italiani abbiano vissuto da poco "una crisi di governo". "Sono sicuro" - ha proseguito - che non si preghi per i governanti, anzi: sembrerebbe che la preghiera ai governanti sia "insultarli". Ci sono politici ma anche preti e vescovi, ha notato il Papa, che sono insultati, "qualcuno se lo merita", ha aggiunto, ma ormai è "come un'abitudine", richiamando quello che definisce un "rosario di insulti e di parolacce, di squalificazioni". Per il Papa "si deve discutere e questa è la funzione di un Parlamento, si deve discutere ma non annientare l'altro; anzi si deve pregare per l'altro, per quello che ha un'opinione diversa dalla mia". C'è chi afferma che la "politica è sporca" ma Paolo VI riteneva che fosse "la forma più alta della carità".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Kiev, colpita una nave russa della flotta del Mar Nero in Crimea, Mosca nega

Ungheria: al via la campagna elettorale in vista delle europee e comunali del 9 giugno

Kosovo: referendum per rimuovere 4 sindaci di etnia albanese