Borzov a Tortu, non avere fretta

Borzov a Tortu, non avere fretta
Olimpionico,velocisti come violini:vanno accordati perfettamente
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 16 SET - "Non ho ancora visto correre Filippo Tortu ma se verrà a Doha avrò il piacere di poterlo ammirare e giudicare come velocista. Ma se devo dargli un consiglio, gli dico che nello sprint la cosa più importante è essere veloci ma senza fretta". Così l'olimpionico e mito dell'atletica Valerij Borzov parlando del neo primatista italiano nei 100 metri. "I velocisti sono come i violini, devono essere accordati alla perfezione. La velocità è una scienza e come la scienza ha fatto passi avanti enormi, anche lo sprint ha fatto passi avanti enormi", aggiunge il campione olimpico nei 100 e 200 metri a Monaco 1972, a margine della presentazione del suo libro 'Il grande sprint - Tra sogno e realtà' tradotto in italiano dalla Scuola dello Sport, andata in scena al Salone d'onore del Coni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, Corte Suprema dà l'ok a Trump: strada spianata verso le elezioni di novembre

Le notizie del giorno | 04 marzo - Serale

Cosa sono la missione Ue Aspides e le altre operazioni nel Mar Rosso: il ruolo dell'Italia