EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Israele, dibattito politico sempre più a destra

Israele, dibattito politico sempre più a destra
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Malgrado gli scandali Netanyahu resta l'uomo da battere

PUBBLICITÀ

La Knesset, il parlamento israeliano che verrà, potrebbe sostenere la posizione di Benjamin Netanyahu di annettere larga fette della Cisgiordania in caso di vittoria elettorale. La dichiarazione del capo del Likud ha scioccato fuori i confini di Israele. La forza del premier resta però grande, malgrado critiche e scandali come quelllo scoperchiato in aprile dal quotidiano progressista Haarez che aveva scoperto come attivisti del partito del premier fossero entrati in cabine elettorali con delle microtelecamere per capire chi votava i deputati arabo-israeliani. 

Gli ultimi sondaggi danno il Likud di Netanyahu indietro di appena mezzo punto rispetto al nuovo partito centrista Kahol Lavan di Benny Gantz. Una coalizione tra i due partiti — di nuovo auspicata solo pochi giorni fa — avrebbe la maggioranza in parlamento. Nell’ottica di una coalizione “centrista” l’annuncio di Netanyahu ha un chiaro obiettivo elettorale: cercare di strappare quanti più elettori possibile ai partiti di estrema destra, consolidando in una futura coalizione il proprio ruolo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gantz, la terza via per Israele

Israele alle urne: le elezione del 17 settembre vissute come un referendum su Netanyahu

Israele: l'inaffondabile Netanyahu ci riprova