EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Regionali in Germania - exit poll: vincono Cdu e Spd, ma vola l'estrema destra

Regionali in Germania - exit poll: vincono Cdu e Spd, ma vola l'estrema destra
Diritti d'autore 
Di Cinzia Rizzi
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il partito della cancelliera Merkel vince in Sassonia, mentre i socialdemocratici si aggiudicano il Brandeburgo. Forte ascesa di Alternativa per la Germania

PUBBLICITÀ

Si festeggia in casa Cdu una vittoria tutt'altro che scontata. Secondo i primi exit poll delle elezioni regionali in Germania, i cristiano-democratici della cancelliera Angela Merkel si confermano primo partito in Sassonia.

"È un messaggio inviato dalla Sassonia questa sera", dichiara un commosso Michael Kretschmer, candidato per la Cdu. "C'è una grande maggioranza di persone che difende positivamente questo Paese, che vuole qualcosa; la Sassonia, quella bella, ha vinto. Grazie a tutti voi".

L'ascesa dell'estrema destra in Sassonia

La Cdu, in calo di oltre 7 punti, ottiene il 32% dei voti, ma l'estrema destra di Alternativa per la Germania (Afd) arriva al 27,5%, +17,8 punti rispetto alle ultime elezioni.

"Oggi è un giorno storico", dice Jörg Urban, candidato per la Cdu in Sassonia. "Il nostro giovane partito, che esiste da soli sei anni, ha scosso la roccaforte della Cdu".

In Brandeburgo cala l'Spd, ma vince comunque

In Brandeburgo, altro Land nel quale si votava, l'Afd ha preso il 22,5% dei voti, un risultato che segna l'ascesa del populismo. A trionfare nella regione che circonda la capitale sono però i socialdemocratici. Nonostante un calo di 4,4 punti, la Spd - che fa parte della Grande Coalizione di governo con la Cdu - si conferma primo partito con il 27,5% dei voti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, elezioni in Turingia: l'estrema destra avanza ma non sfonda

Afd in ascesa: prima vittoria "distrettuale" in Germania per il partito di ultra-destra

La sinistra europea riparte da Berlino. Löfven nuovo presidente del PSE