EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Petrucci a Malagò, niente guerre perse

Petrucci a Malagò, niente guerre perse
Ex n.1 Coni, "sbagliato personalizzare, leggi si rispettano"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 31 LUG - "Io rispetto le leggi dello Stato, tutte le belle parole lasciano il tempo che trovano. Trovo che le guerre perse non si fanno. Lo dico io che sono stato presidente più di chiunque altro. Non è una guerra personale, se tutte le federazioni sono d'accordo un motivo ci sarà". Lo dice il presidente della Federbasket Gianni Petrucci entrando all'incontro con il presidente e ad di Sport e Salute Rocco Sabelli al quale parteciperanno tutti i rappresentanti del mondo sportivo. Sul gelo tra governo e Coni, l'ex capo dello sport italiano avverte: "A questi livelli ci si è già arrivati in passato, è fisiologico quando cambiano i governi. Dal primo giorno l'ho detto: si fanno le guerre che si possono vincere". "Rischi per Milano-Cortina? Non rischia niente - conclude Petrucci - ma andare avanti con questa guerra non serve. Qui si sta personalizzando, noi non siamo contro le persone".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni

Festa per l'Eid al-Adha: migliaia di pellegrini musulmani celebrano i riti finali dell'Hajj

Riportate tutti a casa: Migliaia di persone a Tel Aviv chiedono il rilascio degli ostaggi di Hamas